Mediazione, conciliazione e arbitrato

Mediazione, conciliazione e arbitrato

Lo studio affianca il cliente già nella fase stragiudiziale della controversia, rappresentandolo in ogni ambito delle c.d. A.D.R., acronimo dell’espressione inglese “Alternative Dispute Resolutions”, traducibile come “Risoluzione alternativa delle controversie”. 

Tale termine raggruppa i sistemi per arrivare ad una composizione della lite in maniera alternativa alle classiche azioni giudiziali, azioni che molte volte possono dimostrarsi lunghe ed infruttuose. Tradizionalmente si indicano come classiche tecniche  di gestione del conflitto l’arbitrato, la mediazione e la conciliazione. Il primo è una procedura formale decisa da almeno un arbitro (figura terza) e che si conclude con una decisione vincolante detta lodo. La mediazione è invece informale e nel nostro ordinamento è presente sia nella forma obbligatoria sia in quella facoltativa. La Conciliazione è una procedura semi-formale, che segue una serie di fasi prestabilite, lasciando più libertà alle parti. A queste il legislatore italiano ha affiancato la negoziazione assistita, che è sempre una procedura stragiudiziale volta ad una composizione bonaria delle liti, applicabile anche in materie in cui le altre non sarebbero disponibili (come nel caso della separazione dei coniugi).

Torna su